fermano.it

Edificato alla fine del Duecento, Palazzo dei Priori è il più antico palazzo della Città nato dall'aggregazione di edifici già esistenti, unificati da un'imponente facciata rinascimentale solamente nel 1500. Al suo interno, situata al primo piano, si trova la sezione picena del Museo Archeologico dove sono visi- bili i reperti fermani che testimoniano la civiltà preromana picena dal secolo IX secolo al III secolo a.C. Al secondo piano è visitabile la Pinacoteca Civica. Fra le opere più importanti le famose tavolette tardo-gotiche con le Storie di S. Lucia del veneziano Jacobello del Fiore oltre ad importanti opere seicentesche quali la famosa "Adorazione dei pastori" di Peter Paul Rubens e la "Pentecoste di G. Lanfranco. Parte del percorso è anche il gioiello della Città: la prestigiosa Sala del Mappamondo, che, oltre a conservare il fondo più antico della Biblioteca Civica, ospita il grande Mappamondo realizzato nel 1713 dall'abate Amanzio Moroncelli.

Fonte: comune.fermo.it.

Back to top